Acquista i biglietti »

I video che lo ritraggono suonare sui cumuli di macerie hanno fatto il giro del mondo: Aeham Ahmad è un giovane pianista siriano, diventato il simbolo della tragedia che si sta consumando in Medio Oriente.

Il giorno del suo compleanno i miliziani dell’ISIS, che hanno conquistato la sua città, bruciano il suo pianoforte in quanto “haram”, proibito. Aeham Ahmad decide che è giunta l’ora di partire e percorre le migliaia di chilometri che separano Damasco da Berlino a piedi, su bagnarole di fortuna, autobus devastati, solo con uno zaino in spalla e la miseria a tracolla. In Germania trova rifugio in un vecchio motel abbandonato, dove c’è un pianoforte. Ricomincia così a fare ciò che faceva a Yarmuk: suonare e cantare per i bambini sballottati dall’esilio. Riprende in mano la sua vita, inizia a fare concerti e riceve un premio per il suo impegno a favore dei diritti umani.

Domenica 2 settembre sarà a FestaReggio per esprimere il suo talento a favore della campagna umanitaria Reggio for Syria, lanciata da Boorea (cooperative del territorio), Arci Reggio Emilia e Gvc, per dare un aiuto concreto e accendere una luce sui conflitti che insanguinano la Siria e il Medio Oriente.

Prevendite disponibili su Ticketone.