Sabato 23 Sabrina Paglia porta in scena Renato Zero nello spettacolo Km. Zero un concerto che raccoglie tutta la poesia, la sonorità, la melodia e la teatralità di Renato Zero. Attraverso le canzoni Sabrina racconta la vita artistica, il sogno, le emozioni e tutte le bizzarrie che hanno caratterizzato il percorso del cantante delle borgate romane reinterpretate dalla sua voce femminile e dalla sua originale teatralità.

KmZERO è un concerto che raccoglie tutta la poesia, la sonorità, la melodia e la teatralità di Renato Zero.

Attraverso le canzoni  reinterpretate dalla voce femminile di Sabrina Paglia si spazierà nel mondo colorato ed artistico di Zero senza scimmiottature, imitazioni e caricature.

Sabrina Paglia vuole attraverso la sua vocalità arrivare al cuore delle persone che ascoltano ed amano le canzoni di Renato Zero.

Si parte dunque dalla canzone che diventa il racconto degli elementi fondamentali che hanno caratterizzato la vita artistica del cantante delle borgate romane e che magistralmente ha saputo raccontare  nei suoi testi: la vita ,la morte, il sogno, , la spiritualità, la magia, la favola, la trasgressione, l’amore. Si parte dunque dalle canzoni la cui reinterpretazione al femminile vuole puntare all’originalità e con l’unico scopo di creare emozioni , di unire le persone per un momento di ascolto collettivo e corale.

Non a caso il titolo KmZero per sottolineare la vicinanza con il pubblico e la simbiosi emotiva che deve instaurarsi in quelle due ore di spettacolo.

Il concerto prevede 4 musicisti più una corista e ha l’obiettivo di avvicinarci al  mondo degli zero folli e zero matti, lasciandosi  semplicemente accompagnare dalla poesia di Zero. Sabrina non  ha la pretesa di entrare nel personaggio per diventarne una brutta copia, ma al contrario è il personaggio che entra in lei  e che attraverso l’interpretazione “ al femminile” vuole restituire la poetica di quelle canzoni.

Sarà proprio la canzone iniziale Inventi che è la chiave di lettura di tutto lo spettacolo. Inventare un personaggio attraverso il  colore  le forme la luce e le ombre . Sabrina inventerà il suo personaggio con abiti di scena che richiamano il mondo multicolore e bizzarro dell’artista, dove fantasia e sogno si fondono magicamente insieme , dove si incontrano finzione e realtà nel grande gioco dell’immaginario.

Il gruppo si compone di: batteria, basso, chitarra, tastiere, corista e naturalmente voce Sabrina Paglia.